PROJECT 308

Monument for the 308, Andreas Greiner / 44° United States president Barack Obama with 999Foundation president Francesca Mezzano

ANDREAS GREINER, MONUMENT FOR A CONTEMPORARY DINOSAUR
Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit | May 8-11, Milan – Italy

Andreas Greiner, 2016 Monument for the 308
750x300x300 cm, High definition CT-scan of a dead-found broiler chicken, 3D print.
Content specific installation curated by Stefano Antonelli

ANDREAS GREINER
www.andrasgreiner.com

Promoted by 999Foundation & Cultura Italiae in partnership with Montenovi

// ENG

When we interact with art, it is within the confined institutional spaces of museums and galleries, the white cube lending its otherworldly aura to the art we experience. The organisation we have had the honour to chair has taken it upon itself to examine this dichotomy between art and everyday life, focusing on the  central question, which is as rhetoric as it is inevitable: Can art shape, influence and even improve real lives of people? We think so, and we hope we can convince you too…
Food culture is becoming a more and more societal concern and it is for this reason that we wanted to offer our contribution to the annual food innovation summit Seeds & Chips: A reflection on industrialised meat production and breeding techniques, which are so characteristic of our times. Thus our contribution to raising awareness for the ethical implications of our diet carries the name of a specific man-made breed of broiler chicken: Monument for the 308. The nearly 7 meter skeleton stands towering over the conference like an ancient dinosaur, only this  species is not extinct – yet. Andreas Greiner, a Berlin-based artist who investigates the perimeters of sculpture of time and natural processes, speculates upon a possible archeology of the future: If dinosaurs are a symbol of the mesozoic era, genetically altered chicken would be a symbol of the Anthropocene.
This monument shall call into mind and stimulate public debate about the cultural and ecological heritage we are inheriting to future generations. For Monument for the 308 plays on the art historical traditions of monumental sculpture, of natural history  museums and of public memorials to symbols of political history. And the future of food is undoubtedly a political question. One which will be answered in the years to come, hopefully with a resounding ‘yes’ to a sustainable agriculture and meat consumption in order to safeguard the earth that shelters us and our children. For what dwells in our human hearts, dwells in the hearts of every living being.

// ITA

La nostra relazione con l’arte avviene nei perimetri dello straordinario. Gli spazi istituzionali dei musei e delle gallerie, i cubi bianchi che spandono la lora aura altruista sulla nostra esperienza artistica, tuttavia, l’organizzazione che abbiamo l’onore di presiedere è impegnata in ricerca e progetti sulla dicotomia l’arte e l’ordinario – la vita di tutti i giorni – collocando al centro di questa attività, una domanda tanto retorica quanto inevitabile: può l’arte migliorare la vita reale delle persone?  Noi pensiamo di si e speriamo di convincere anche voi.
Con grande interesse oggi guardiamo al futuro del cibo, la cultura alimentare sta diventando sempre più una questione sociale, e in occasione di questo importante convegno abbiamo voluto proporre il nostro contributo: un supplemento di riflessione sulla produzione industriale di carne e le tecniche di allevamento intensivo che hanno caratterizzato il nostro tempo. In questa occasione il nostro contributo alla sensibilizzazione sulle implicazioni etiche della nostra dieta si chiama: Monument for the 308 e ha la forma e le dimensioni di un dinosauro, ma è solo un pollo. Non è però un pollo qualsiasi, lui è un Ross 308, un pollo da batteria, ed è un vero gigante della nostra alimentazione. L’opera viene dalla Berlinische Galerie, museo di arte moderna contemporanea di Berlino e l’artista che ha dedicato a questo eroe popolare della nostra tavola il monumento che sveliamo qui a Seeds&Chips è Andreas Greiner, viene anche lui da Berlino e indaga i perimetri temporali della scultura e dei processi naturali, speculando su un’archeologia del futuro: se i dinosauri sono un simbolo dell’era mesozoica, il pollo geneticamente modificato sarà un simbolo dell’Antropocene. Quello che stiamo costruendo ora, è l’eredità culturale che lasceremo in dote alle future generazioni, il nostro scopo è stimolare il dibattito pubblico sugli aspetti controversi simbolizzati da questa scultura monumentale con cui l’artista inganna la nostra tradizione culturale per innovarci la prospettiva, ingombrando fino al paradosso il nostro sguardo. Materializzare il paradosso è un mestiere utile dell’arte che spero possa ispirare il dialogo degli uomini di oggi per la costruzione di un futuro sostenibile ed equo per noi, le specie che ci accompagnano in questo viaggio, l’ambiente che ci ospita e ospiterà gli uomini di domani, con la profonda convinzione che ciò che abita il nostro cuore umano, abita cuori di ogni essere vivente.

THE HERITAGE OF INDUSTRIALISED BREEDING/ HUMAN INTERVENTION IN NATURE

// ENG

Broiler chicken in 1957 weighed on average 905 grams, in 1978 it had increased to 1808 grams and in 2005 reached a stately 4202 grams. This hybrid breed puts on a huge amount of muscle within the first weeks of its life, at which point the young birds are ready for slaughter. Forecasting this trend, we can assume the common broiler chicken will indeed become the next dinosaur – at least in size, as extinction will only occur if humans were to stop breeding these chicken. We must acknowledge the debt we owe to this animal, which suffers multiple organ deficiencies and deformities due to its unnatural muscle growth. Ross 308 has nourished billions of people with cheap and abundant protein. Andreas Greiner’s monument honours this pillar of society and imagines a future in which we will grant animals the same ‘human’ rights, as we grant ourselves. For what dwells in our human hearts, dwells in the hearts of every living being.

// ITA

Il pollo da batteria pesava in media 905 grammi nel 1957, nel 1978 pesava 1808 grammi e nel 2005 arriva trionfalmente a 4202 grammi. Questa razza ibrida mette su una quantità enorme di muscoli nelle prime settimane della sua vita, a quel punto i giovani uccelli sono pronti per la macellazione. Prevedendo questa tendenza, possiamo assumere che il pollo comune di batteria diventerà il prossimo dinosauro – almeno in dimensioni, poiché l’estinzione si verificherà solo se gli esseri umani fermeranno l’allevamento di questi polli. Dobbiamo riconoscere il debito che dobbiamo nei confronti di a questo animale, che soffre di molteplici carenze organiche e deformità a causa della sua crescita muscolare innaturale. Ross 308 ha nutrito miliardi di persone con proteine ​​economiche e abbondanti. Il monumento di Andreas Greiner onora questo pilastro della società e immagina un futuro in cui concederemo agli animali gli stessi diritti che concediamo a noi umani.
Con la profonda convinzione che ciò che abita il nostro cuore umano, abita cuori di ogni essere vivente.